Comune di Pavia di Udine

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Organi di indirizzo politico-amministrativo

(Art. 13 - 1° comma - lett. a) e art. 14 - 1° comma - lett. a), b), c), d) ed e) del D.Lgs. n. 33/2013) 

I dati degli Amministratori pubblicati su questo sito non possono essere utilizzati per finalità pubblicitarie o commerciali


Art. 22 dello Statuto comunale - IL SINDACO -

  1. Il Sindaco è il legale rappresentante dell'Ente ed in tale veste esercita funzioni di rappresentanza, di presidenza, di sovrintendenza e di amministrazione, secondo le modalità stabilite dalle legge che disciplina altresì i casi di incompatibilità ed ineleggibilità, lo status e le cause di cessazione dalla carica.
  2. Le competenze del Sindaco, sia nella sua veste di organo responsabile dell’amministrazione del Comune, sia nella sua veste di ufficiale di Governo nei servizi di competenza statale, sono fissate dalla legge. Ove non stabilito dalla legge, lo Statuto e i Regolamenti determinano le modalità di esercizio delle competenze.
  3. Il Sindaco presta giuramento dinanzi al Consiglio comunale.
  4. Distintivo del Sindaco è la fascia tricolore con lo stemma della Repubblica e del Comune, da portarsi a tracolla.

 

Art. 16 dello Statuto comunale - GIUNTA COMUNALE -

  1. La Giunta è organo di impulso e di gestione amministrativa, collabora con il Sindaco al governo del Comune ed impronta la propria attività ai principi della trasparenza, della collegialità e della efficienza. 
  2. La Giunta adotta tutti gli atti idonei al raggiungimento degli obiettivi e delle finalità dell'ente nel quadro degli indirizzi generali ed in attuazione delle decisioni fondamentali approvate dal Consiglio comunale.
  3. E' altresì di competenza della Giunta l'adozione dei regolamenti sull'ordinamento degli uffici e dei servizi, nel rispetto dei criteri generali stabiliti dal Consiglio.
  4. La Giunta inoltre esamina collegialmente gli argomenti da proporre al Consiglio comunale, riferisce annualmente allo stesso Consiglio sulla propria attività, ne attua gli indirizzi generali e svolge attività propositiva e di impulso nei confronti dello stesso.

 

Art. 9 dello Statuto comunale - CONSIGLIO COMUNALE -

  1. Il consiglio comunale è dotato di autonomia organizzativa e funzionale e, rappresentando l'intera comunità, delibera gli indirizzi politico - amministrativi ed esercita il controllo sulla loro applicazione.
  2. L'elezione, la durata in carica, la composizione e lo scioglimento del consiglio comunale sono regolati dalla legge.
  3. Il consiglio comunale esercita le potestà e le competenze stabilite dalla legge e dallo statuto e svolge le proprie attribuzioni conformandosi ai principi, alle modalità ed alle procedure stabiliti nel presente statuto e nelle norme regolamentari. 
  4. Il consiglio comunale definisce gli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune presso enti, aziende e istituzioni e provvede alla nomina degli stessi nei casi previsti dalla legge. Detti indirizzi sono valevoli limitatamente all'arco temporale del mandato politico - amministrativo dell'organo consiliare. 
  5. Il consiglio comunale conforma l'azione complessiva dell'ente ai principi di pubblicità, trasparenza e legalità ai fini di assicurare imparzialità e corretta gestione amministrativa. 
  6. Gli atti fondamentali del consiglio devono contenere l'individuazione degli obiettivi da raggiungere  nonché le modalità di reperimento e di destinazione delle risorse e degli strumenti necessari.
 

Relazione di fine mandato 2009/2014

    Relazione di fine mandato 2014.ods317 K
    Relazione di fine mandato 2014.pdf2.1 M

    TRATTAMENTO ECONOMICO AMMINISTRATORI

    Nell'allegato si indica l’importo di funzione annua lorda spettante al singolo amministratore membro della Giunta comunale e l'importo del gettone di presenza giornaliero lordo per l'effettiva partecipazione ad ogni seduta del Consiglio comunale spettante al singolo consigliere, secondo quanto disposto dalla deliberazione della Giunta Regionale n. 1193/2011